Anni

Motivazione e abilità di lettura
Motivazione e abilità di lettura

Da cosa dipende lo sviluppo della capacità di lettura? Da molti fattori certo e forse quello più rilevante è la motivazione che deriva principalmente dall'interesse per un argomento e dal piacere stesso per la lettura. E i ragazzi che amano leggere sono in grado di migliorare le capacità di lettura attraverso la pratica quotidiana. Esiste infatti una forte correlazione tra il piacere della lettura, lo sviluppo delle abilità di lettura e un migliore andamento scolastico. Questo significa che la motivazione è una condizione fondamentale per diventare dei bravi lettori.

Lo apprendiamo anche dalle indagini internazionali per le quali fattori come motivazione, impegno e comportamento di lettura sono considerati componenti fondamentali per: lo sviluppo di lettura e scrittura, per l’apprendimento permanente e per la partecipazione culturale. Negli ultimi anni si osserva una costante diminuzione della motivazione alla lettura, in Italia così come anche in altri Paesi. I dati indicano una diminuzione della motivazione alla lettura sia nei bambini di nove anni, sia nei quindicenni. Il  numero di bambini che affermano di leggere per piacere quotidianamente è sceso in Italia da 35% a 28% (PIRLS dal 2011 al 2016). E i dati PISA rivelano una grande differenza soprattutto tra i ragazzi. Se nel 2000 in Italia il 62% dei ragazzi ha dichiarato di leggere per piacere, nel 2009 la percentuale è scesa fino al 54%.

La sfida per genitori ed educatori è quella di trasmettere l’interesse per la lettura. Materiali di lettura in grado di rispondere agli interessi di bambini e ragazzi – come riviste, giornali e testi non scolastici, possibilità di scegliere i testi di lettura in autonomia e metodi di apprendimento cooperativo – possono aiutare a rendere la lettura un'abitudine per tutta la vita. Difatti a incidere maggiormente non è la quantità complessiva del tempo dedicato alla lettura quanto l’abitudine di lettura quotidiana e continua.

Tiziana Mascia

Tiziana Mascia, impegnata in attività di ricerca nel campo dell’educazione alla literacy presso la Libera Università di Bolzano, collabora con scuole, biblioteche e associazioni per lo studio e lo sviluppo della promozione della lettura. Cura la rubrica Letture internazionali de Il Pepeverde ed è autrice del programma Invito alla lettura (Rai Cultura).

Condividi l'approfondimento