Anni

Le parole della sera non possono cambiare

Perché i bambini piccoli odiano cambiare la sera le parole della loro favola preferita? È bello sdraiarsi sotto il piumone la sera, e ascoltare mamma o papà raccontarci la storia della serata! Sempre uguale, sempre con le stesse parole, le stesse frasi. Fai attenzione a quelli che osano cambiare anche solo una parola! Tutto dovrebbe quindi ricominciare. Ma perché?

La storia della sera insegue tutte le tensioni del giorno. Organizza gli eventi mentre mettiamo via i giocattoli.Il piccolo bambino fa tante scoperte, tante sorprese da assimilare. Quindi, alla sera, deve trovare lo stesso. La stessa storia, la stessa canzone, le stesse frasi. Così la sua mente può essere tranquillamente messa a dormire, sicuro che sia alla fine della storia che ascolta, sicuro di addormentarsi senza l'ansia dell'ignoto, sicuro di portare con sé il viatico della voce di mamma, la voce di papà.

Eva-Marie Golder

Psicologa e psicoanalista a lungo docente all'Univ. di Strasburgo, vive e lavora a Parigi. Allieva di Françoise Dolto, ha scritto molti volumi in francese sulla clinica dei bambini e sul loro rapporto con i genitori.

Condividi l'approfondimento