15-20

Anni

Fratello grande
Di Mahir Guven

Un giovane autore francese, figlio di madre turca e padre curdo, ci racconta la Francia dei nostri giorni, delle banlieue, dell'uberizzazione del lavoro, dell'integrazione mancata. Fratello Grande è un autista di auto a noleggio. Bloccato undici ore al giorno nella sua “carlinga”, la radio sempre accesa, riflette sulla sua vita e sul mondo che gli si presenta dall’altro lato del parabrezza. Fratello Minore è partito in Siria in nome dell’idealismo già da molti mesi. Impegnato come infermiere per un’organizzazione umanitaria musulmana, non dà più alcuna notizia di sé. Questo silenzio tormenta suo padre e suo fratello, attaccati a una domanda rimasta in sospeso: per quale motivo è partito? Una sera, suona il citofono. Fratello minore è tornato. Scritto nella lingua dura e creativa delle banlieues, Fratello Grande è un libro che non parla solo della condizione dei giovani delle periferie ma anche dello smarrimento delle nuove generazioni ai tempi nostri, ovunque. Una storia struggente che affronta le tematiche più delicate della contemporaneità, dall’uberizzazione dei trasporti (e la conseguente precarizzazione del lavoro) alla nuova minaccia terroristica, senza dimenticare la mutazione delle relazioni, sempre più mediate dalla tecnologia, spersonalizzate.

Mahir Guven, di madre turca e padre curdo, profughi in Francia, è nato senza cittadinanza nel 1986 a Nantes. È cresciuto tra la città e le vigne con sua nonna. Lavora nella regione di Parigi. Fratello grande è il suo primo romanzo.

Traduzione: Alberto Bracci Testasecca
Genere: Narrativa
Pubblicazione: 2019
Collana: Collana Dal Mondo
Editore: E/O
Età di lettura: 18+
Condividi l'approfondimento
Contributi video dei lettori

LETTURE CORRELATE