11-14

Anni

Alla fine del mondo
Di Geraldine McCaughrean

St Kilda è un arcipelago scozzese nell'Oceano Atlantico settentrionale, con alte scogliere a strapiombo sul mare. È la parte più remota delle isole britanniche. Gli abitanti del luogo si nutrono cacciando gli uccelli dell'isola che costituiscono la maggior parte della loro dieta. È il 1727 e, come ogni estate, una barca parte dall'isola di Hirta. Quilliam saluta i suoi genitori prima di andare a caccia di uccelli con il suo gruppo di amici. La destinazione è un grosso pezzo di roccia in mezzo all’oceano, un faraglione circondato dal mare e luogo di riproduzione degli uccelli marini. Quilliam e gli altri rimarranno lì per qualche settimana, così come hanno fatto generazioni prima di loro, prima di tornare a Hirta. Alla fine della battuta di caccia però nessuno verrà a riprenderli per riportarli a casa. Cosa è successo alle loro famiglie e a tutti gli abitanti di Hirta? Il gruppo di amici inizia a speculare sui motivi per cui siano stati abbandonati. Ormai l'autunno è alle porte e devono sopportare le tempeste, la fame e il terrore. Su una roccia in mezzo al mare e in un ambiente duro e spietato la sopravvivenza è messa a dura prova. Qualcuno inizia a pensare che debba essere arrivata fine del mondo e si crea un senso di isolamento agghiacciante. 

Geraldine McCaughrean, vincitrice del Carnegie Medal 2018, ha scritto una storia sulla forza della determinazione umana e sulla vulnerabilità degli esseri umani di fronte all'isolamento e alla sofferenza non solo del corpo, ma anche della mente.

Traduzione: Anna Rusconi
Genere: Narrativa
Pubblicazione: 2019
Collana: Contemporanea
Editore: Mondadori
Età di lettura: 13+
Condividi l'approfondimento
Contributi video dei lettori

LETTURE CORRELATE