6-10

Anni

A scuola di enigmistica
Di Angelo Petrosino - Marino Cassini
Un anno di giochi tra i banchi della 5^A
Nella storia dell’editoria italiana si trovano molti libri dedicati ai giochi enigmistici con finalità educative, tra i più famosi ricordiamo I draghi locopei. Imparare l’italiano con i giochi di parole, con prefazione di Umberto Eco e oggi con postfazione di Stefano Bartezzaghi. Ora Petrosino e Cassini ripercorrono la stessa strada con un volumetto certo più agile, narrativo, con due protagonisti veri e propri: il maestro Marino e l’alunna Valentina che emerge nel racconto e capeggia un’ordinata scolaresca. Il lettore viene così, diremmo in maniera lieve, a conoscere e a giocare con gli acrostici, gli indovinelli, le sciarade, i logogrifi, le zeppe, i crittogrammi. Ma attenzione, non solo: il libro è una vera e propria apertura verso il mondo della creatività, perché ai ragazzi viene insegnato anche come si costruisce una filastrocca o una barzelletta, come si scrive una lettera, come si può trasformare una storia in prosa in poesia, come si costruisce un dialogo.Insomma alla fine del libro si capiscono tutti o quasi tutti i misteri delle parole della nostra lingua che, si scopre, è tra le più ricche del mondo.
Alcune pagine bianche contengono proposte interattive ovvero una sorta di rubrica ricorrente in cui si invitano i ragazzi a costruire, essi stessi, nuovi giochi. Un libro interattivo, istruttivo e divertente.
Genere: Narrativa
Pubblicazione: 2019
Editore: Il battello a vapore
Condividi l'approfondimento
Contributi video dei lettori

LETTURE CORRELATE