15-20

Anni

Bla bla bla
Di Giuseppe Culicchia

Il protagonista di Bla bla bla è un uomo senza nome e senza età, in rivolta contro tutto e tutti. Nauseato e arrabbiato, abbandona la routine e la banalità della sua vita, le relazioni, i riti consolidati, le certezze e le abitudini; fugge senza lasciare traccia e si trasferisce in una città straniera. Una decisione improvvisa e apparentemente insensata, che segna l’inizio di un’odissea, una discesa agli inferi, forse, o forse un processo di rinascita. Un’esperienza dopo l’altra, un incontro dopo l’altro, l’anonimo protagonista va alla deriva nel ventre della metropoli, nel buio in cui sprofondano tutte le illusioni, mentre il lettore segue ipnotizzato il flusso ininterrotto dei suoi pensieri allucinati e delle sue misere emozioni. Fino a cogliere, infine, un barlume di felicità, la felicità dei folli, probabilmente l’unica possibile.

Giuseppe Culicchia (Torino, 1965) ha pubblicato con i maggiori editori italiani ed è tradotto in dieci lingue. Dal suo longseller Tutti giù per terra è stato tratto l’omonimo film. Tra gli altri suoi titoli: Il paese delle meraviglie (2004), Torino è casa mia (2005), Brucia la città (2009), Sicilia, o cara (2010), Venere in metrò (2012), E così vorresti fare lo scrittore (2013), Mi sono perso in un luogo comune (2016). Ha tradotto tra gli altri Mark Twain, Francis Scott Fitzgerald e Bret Easton Ellis.

Genere: Narrativa
Pubblicazione: 2020
Collana: Oscar 451
Editore: Mondadori
Condividi l'approfondimento
Contributi video dei lettori

LETTURE CORRELATE