15-20

Anni

La Gabriella in bicicletta
Di Tina Anselmi
La mia Resistenza raccontata ai ragazzi
È il 26 settembre 1944. Tina Anselmi ha 17 anni. Siamo nel pieno dell’occupazione nazista e quel giorno a Bassano del Grappa, dove Tina va a scuola, i tedeschi impiccano trentun giovani partigiani nella piazza del paese. Tra questi c’è anche il fratello di una sua compagna di classe. Tina ne è scioccata: viene da una famiglia antifascista e ha appreso i valori dell’Azione Cattolica, ben diversi da quelli imparati a scuola nell’ora di Dottrina fascista. Decide così di unirsi alla lotta partigiana. Sceglie come nome di battaglia Gabriella. Per molti mesi percorre un centinaio di km al giorno mantenendo i collegamenti tra le formazioni partigiane, trasportando stampa clandestina, armi, messaggi. Tina racconta le imprese che, al tempo, erano la quotidianità: i rischi, l'aiuto che riceveva, i racconti di quanto accaduto in Italia in quegli anni, le speranze, le idee, le vicende personali e collettive della Resistenza con semplicità, immediatezza e profondità slegandosi dalla complessità della Storia. Il libro al suo interno è impreziosito anche da schede sui momenti salienti del Fascismo e della Resistenza, su personaggi come Matteotti e Pertini e da alcune lettere dei partigiani condannati a morte.
Genere: Storia e romanzo storico
Pubblicazione: 2019
Collana: Fuori collana
Editore: Manni Editori
Età di lettura: 15+
Condividi l'approfondimento
Contributi video dei lettori

LETTURE CORRELATE