15-20

Anni

Perché ci siamo salvati
Di Claudio Bondì - Stefano Piperno
Postfazione di Alessandro Piperno

In pieno conflitto mondiale due giovani coppie di ebrei poco più che ventenni, col consenso dei genitori, decidono di sposarsi e mettere al mondo dei figli. Incoscienza? Sprezzo del pericolo? O un’incondizionata fiducia nel futuro? Nati nel 1944 a distanza di un mese, Stefano e Claudio, ormai settantenni, si volgono al loro passato in cerca di una risposta. E lo fanno indagando la memoria, quanto rimane dei racconti ascoltati durante l’infanzia da nonni e genitori, scavando tra i silenzi e le reticenze di chi aveva vissuto quei terribili sei lunghi anni che intercorrono tra i primi decreti antiebraici e l’occupazione nazista, e soprattutto attingendo a un diario rimasto a lungo sepolto, la cui rilettura sarà lo spunto decisivo per questa «ricerca del tempo perduto». Nella fitta corrispondenza tra i due cugini riemergono l’infanzia serena con l’educazione ai principi della religione ebraica, i riti familiari incarnati nelle figure dei nonni, l’apprendistato alla vita dei genitori negli anni trenta, ragazzi inconsapevoli che si ritrovarono esposti al pericolo quando tutto precipitò e l’unico scopo divenne sopravvivere.Ripercorrerne la storia aiuta a capire le ragioni che permisero loro di sopravvivere e a ribadire una verità sconcertante: l’apparente normalità della tragedia e le dinamiche che la innescarono sono pericolosamente perché, come ammonisce George Santayana, «Chi non conosce la storia è destinato a ripeterla».

Genere: Narrativa
Pubblicazione: 2020
Collana: Specchi
Editore: Marsilio
Età di lettura: 18+
Condividi l'approfondimento
Contributi video dei lettori

LETTURE CORRELATE